Massey Ferguson e Fendt in prima linea

E Valtra si aggiudica il premio “Machine of the year 2015” con la new entry T234

Due marchi in particolare evidenza al Sima per quanto riguarda la corporation Agco. Partiamo da quello in rosso, Massey Ferguson, dove hanno fatto il loro debutto la nuova serie MF 7700 da 140 a 255 cv e il nuovo telescopico MF 9305 Xtra. Aggiornamenti hanno invece riguardato la gamma da frutteto MF 3600 e la gamma di trattori compatti MF 1700 (Massey Ferguson ha ribadito il suo forte interesse per il mercato sotto i 100 cv, in particolare in Europa).

Concentriamoci in particolare sulle due novità assolute, partendo dalla nuova serie MF 7700. Ci sono in totale nove diversi modelli per potenze da 140 a 255 cv, che forniscono una scelta di tre trasmissioni (semi-powershift Dyna-4 o Dyna-6 o ancora Dyna-VT a trasmissione continua) e tre livelli di allestimento diversi (Efficient ed Exclusive con un bracciolo Armrest che comanda una serie di funzioni frequentemente usate, Essential con una consolle di comando più ricca). Il sistema Epm che offre fino a 25 CV di potenza extra è standard su tutti i modelli e porta la potenza massima del top di gamma MF 7726 a 280 cavalli. Da segnalare infine la nuova sospensione dell’assale frontale, progettata e realizzata da Massey Ferguson.

Per quanto riguarda il telescopico, il nuovo MF 9305 Xtra è dotato di una capacità di sollevamento pari a 3.000 kg e di un’altezza di sollevamento massima pari a 5,8 m. Può essere utilizzato in molteplici situazioni di caricamento presso allevamenti e aziende miste: il suo telaio compatto, largo solo 2,1 m e alto 2,1 m su ruote da 20 pollici e il suo formato con cabina ribassata permettono un facile accesso a edifici tradizionali per le operazioni di alimentazione e pulizia. L’impianto idraulico ausiliario a centro aperto garantisce un vigoroso 100 l/min, come sulle versioni più grandi MF 9306 e MF 9407, ed è l’ideale per accessori impegnativi come presse per balle o spazzatrici. Lo Smart Handling System (SHS - sistema di gestione avanzato) è una nuova caratteristica che sfrutta il menu del display per consentire all’operatore di impostare il massimo flusso idraulico disponibile. Un’altra novità è infine la nuova modalità Eco, attivabile tramite l’interruttore posto nella cabina, che permette di gestire il flusso dell’olio e i giri motore per ridurre il consumo di carburante.

300, 700 e 1000 Vario

Come novità, anche a Parigi Fendt ha riproposto le nuove Serie 300 Vario, 700 Vario e 1000 Vario già visti in occasione dell’Eima. In questa sede ci limitiamo a ricordare che il nuovo Fendt 300 Vario è disponibile nei modelli 310, 311, 312 e 313. Il suo fulcro è un motore AGCO Power a quattro cilindri, da 4,4 litri conforme alla Fase Tier IV Final. Il motore ha una potenza massima di 110 fino a 138 CV con un incremento di coppia del 42-55 per cento. Sul nuovo Fendt 300 Vario viene installata la cabina VisioPlus che offre una visibilità perfetta in avanti in verticale e verso il basso sui passaruota. Per quanto riguarda il Fendt 700 Vario (il trattore più venduto dal marchio tedesco), il motore Deutz con cilindrata di 6,06 l, insieme alla collaudata tecnologia SCR Fendt offrono in combinazione con il Coated Soot Filter (CSF) con una soluzione tecnicamente all’avanguardia e finalizzata al risparmio di carburante, in cui la rigenerazione passiva avviene senza alcuna iniezione supplementare nel flusso di scarico soddisfando la fase Tier 4 Final. A un miglior comfort provvede il nuovo terminale Vario 10.4-B che offre il sistema di guida parallela VarioGuide, la documentazione VarioDoc, la gestione attrezzi Isobus, le funzioni della telecamera e un maggior raggio d’azione del Bluetooth. La serie 700 Vario con i modelli 714, 716, 718, 720, 722 e 724 copre la gamma di potenza da 145 a 240 CV, disponibile nella versione Power, Profi o ProfiPlus.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome