Kuhn, la GMD compie 50 anni

Il gruppo francese festeggia mezzo secolo delle sue falciatrici a dischi

Nel 2017 la falciatrice a dischi GMD Kuhn compie 50 anni. Un anniversario che segna mezzo secolo di storia nello sfalcio delle colture foraggere, settore che ha visto il gruppo francese impegnato da un’epoca molto più remota. Le prime soluzioni prodotte da Kuhn per lo sfalcio dei foraggi hanno, infatti, un’origine molto più lontana, se si considera che le primissime barre falcianti laterali a lame KUHN erano destinate alla trazione animale.

Il 1967 è stato l’anno della svolta. Esattamente 50 anni fa KUHN ha lanciato, infatti, per la prima volta sul mercato la falciatrice a dischi ovali GMD 4, una soluzione in grado di assicurare un considerevole aumento delle velocità di sfalcio, ridurre i rischi di ingolfamento attraverso una migliore evacuazione del foraggio ed eliminare l’impegnativo lavoro di affilatura delle lame.

Ottenendo fin da subito uno straordinario successo, la falciatrice GMD ha portato Kuhn in breve tempo a ottenere il ruolo di leader mondiale nel settore delle falciatrici a dischi. L’eccellenza di Kuhn nel settore della fienagione passa attraverso alcune tappe importanti: l’arrivo delle falciacondizionatrici trainate combinate, a metà degli anni ’70; la prima falciacondizionatrice trainata FC 300 negli anni ’80; la prima falciacondizionatrice trainata a trasporto longitudinale Alterna 500, nel 1992.

Da 50 anni la ricerca Kuhn prosegue senza sosta con l’obiettivo di un foraggio di qualità che conservi tutto il valore nutrizionale di partenza. In particolare, l’utilizzo dell’elettronica, sempre più presente nella gamma Kuhn, rappresenta un’altra arma vincente per le sfide future.  Il gruppo Kuhn continua a investire nella Ricerca e Sviluppo, per rispondere in modo sempre più professionale alle esigenze di qualità, performance, redditività, precisione e connessione.

Ecco il link al minisito dedicato: http://www.kuhn.it/zoom/GMD-FC-innovations/it/index.html

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome