Eima positiva per Bcs

Ottimi risultati dall’esposizione di Bologna per i brand del gruppo di Abbiategrasso (Mi)

È stata particolarmente positiva l’edizione dell’Eima 2018 conclusasi a Bologna per il Gruppo Bcs: l’ampio stand, ricco di novità in tutti i settori in cui il gruppo è operativo – dai monoasse ai trattori specializzati e alle attrezzature per la fienagione – ha fatto registrare per tutta la durata della manifestazione il “tutto esaurito”, in considerazione dell’elevato numero di importatori e distributori provenienti da ogni parte del mondo che l’hanno visitato, insieme ai moltissimi utilizzatori finali delle macchine a marchio Bcs, Ferrari e Pasquali.

Bcs Volcan L80

«Eima ha confermato il positivo andamento con cui si è chiuso il precedente esercizio, in crescita rispetto al 2017 – afferma Fabrizio Castoldi, presidente del gruppo Bcs – Accanto al consolidamento delle nostre posizioni nei mercati tradizionali, tra i quali l’Italia, stiamo registrando un significativo sviluppo nei Paesi che stanno affrontando una prima fase di meccanizzazione agricola come l’Etiopia, l’Egitto, il Sudan. In forte crescita anche l’India e i Paesi dell’America Latina, oltre alla Turchia, dove è richiesta tecnologia evoluta e qualità».

Pasquali Eos L65

A queste nuove sfide, come sta rispondendo il gruppo Bcs? «Sul fronte dei trattori specializzati stiamo ampliando la gamma, con una serie di nuove macchine di media e alta gamma che offrono numerosi vantaggi prestazionali – continua Castoldi –  A livello dei monoasse, stiamo sviluppando nuovi prodotti che presentano la trasmissione idrostatica, oltre a dotare tutte le nostre gamme di quelle innovazioni tecnologiche, come la frizione PowerSafe, che ci consentono di assicurare livelli di sicurezza all’avanguardia».

Proprio i monoasse costituiscono una leva competitiva importante anche per il mercato del Nord America: «I nostri motocoltivatori e le nostre motofalciatrici sono considerati dei veri e propri fiori all’occhiello per i distributori nordamericani – continua il presidente –. La tendenza che si riscontra è quella di valorizzare la flessibilità delle nostre macchine, acquistano più di un accessorio».

Numerose anche le novità presentate in Eima sul fronte delle attrezzature per la fienagione: «In questo mercato specifico, che vede la presenza di alcuni grandi player specializzati multi-prodotto, Bcs ha scelto di proporsi con una gamma ampia di attrezzature, particolarmente versatili, che presentano un ottimale rapporto prezzo/prestazioni oltre ad una elevata qualità ed affidabilità e ben si integrano con i nostri trattori».

Sul versante della produzione, quali novità questo trend di crescita e di evoluzione sta determinando? «Da sempre l’efficienza produttiva è uno degli elementi che costituiscono il Dna della nostra azienda – conclude Castoldi –. Negli ultimi tempi abbiamo investito significative risorse per promuovere un ulteriore miglioramento dei processi, nell’ottica di una ancor maggiore ottimizzazione dei flussi. Ciò si traduce, per esempio, nell’adozione sempre più spinta dei principi “lean production”, che mira a ridurre tempi e costi, accrescendo l’efficienza, riducendo gli scarti e innalzando la produttività complessiva».

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome