Kverneland Group, novità per tutti i brand

All'Eima di Bologna presentate diverse innovazioni a marchio Kverneland, Vicon, Kubota e Great Plains

Tante novità anche in occasione di Eima International da parte di Kverneland Group, che nel suo stand ha ospitato macchine di tutti i suoi brand, compreso l'ultimo arrivato Great Plains.

Partiamo dal marchio norvegese e segnaliamo in particolare tre novità.

In ambito lavorazione del terreno, Kverneland ha lanciato ad Eima il coltivatore Turbo 4000F in versione pieghevole da 4 m con denti Triflex. Il Turbo è un coltivatore versatile ideale per qualsiasi operazione, per tutte le stagioni: in primavera per arieggiare il terreno dopo l’inverno e distruggere i residui d’erba, in estate usato sulle stoppie (primo o secondo passaggio e in inverno per la preparazione del letto di semina). È stato progettato per essere versatile e ha una luce da terra di 725 mm.

In ambito semina, Kverneland ad Eima ha presentato per la prima volta sul mercato italiano la seminatrice combinata u-drill da 4m pieghevole. Disponibile sia versione standard (u-drill) che versione grano e ferti (u-drill plus), è la classica macchina combinata per eseguire la preparazione del letto di semina e la deposizione del seme in un solo passaggio, ed è l'ideale per cereali e semi minuti. Cinque le fasi di lavoro: livellamento del terreno (viene realizzato con il packer in gomma frontale da 800 mm di diametro, che sminuzza le zolle più grandi, assicurando un perfetto controllo della profondità di tutti gli altri elementi della macchina), preparazione letto semina (si ottiene con due file di dischi a forma conica, di diametro 470 mm, identici a quelli del Qualidisc, con ammortizzatore su ogni disco), compattazione prima della semina (una serie di ruote packer sfalsate tra loro, con diametro 900 mm, completa l’operazione di preparazione di un soffice letto di semina), semina (viene effettuata dal falcione CD, dotato di un doppio disco in acciaio che permette un interfila di 12,5 cm o 16,7 cm) e chiusura del solco (un erpice a denti completa il lavoro per una perfetta copertura dei semi con il terreno fine).

Terza novità che segnaliamo è la nuova botte da diserbo trainata iXtrack T3, disponibile in due versioni da 2600 e 3200 litri e con due tipologie di barre sia in acciaio che in alluminio.
Lo sviluppo di questi nuovi modelli nasce come sempre dalla stretta collaborazione con le più importanti aziende agricole e contoterzisti specializzati nel settore. Infatti, in questo settore la precisione diventa fondamentale per garantire risparmi nell’erogazione di mezzi tecnici e strategico per la tracciabilità di ogni singola operazione svolta, nonché tutela assoluta dell’ambiente. Il basso centro di gravità di questa nuova serie di macchine assicura all’operatore grande stabilità in qualsiasi condizione di terreno. In trasporto vengono garantite velocità fino a 40 km/h grazie ad una speciale sospensione nel parallelogramma posteriore. la larghezza di trasporto è di 2,55 m.

Per il marchio Vicon, citiamo la FastBale, l’intelligente e rivoluzionaria combinazione di rotopressa e fasciatore Non-Stop. Progettata e sviluppata presso il Centro di Competenza Rotopresse e Fasciatori di Kverneland Group Ravenna, questa combinazione continua a migliorarsi a un ritmo sostenuto. L’ultima novità è quella derivante dall’introduzione di un applicatore di film (optional) per tutti coloro che vorranno aumentare la qualità nella raccolta di insilati. Questa particolare applicazione renderà necessario una serie di modifiche nel software in grado di gestire le diverse esigenze previste dal classico legatore a rete. Il sistema infatti è in grado di gestire diverse tipologie di pre-stretch, diverse tipologie di rotoli di film di diversi fornitori. Sarà semplicissimo passare da legatura a film a rete, senza ulteriori regolazioni meccaniche.

A marchio Kubota, rimaniamo nel campo della fienagione, per segnalare la nuova rotopressa a camera variabile (BV5160SC14N), presente nello stand Kubota, con il nuovo sistema di legatura a rete brevettato PowerBind che riduce notevolmente i tempi di fermo in quanto al raggiungimento del 90% di formazione balla, il braccio si innesta per iniziare il processo di legatura introducendo la rete direttamente in camera e tenendola ben tesa.
L’impostazione e la scelta della densità ideale per la balla è un fattore di importanza vitale per la qualità del prodotto sia esso paglia, fieno o insilato, per adattare la densità della balla al tipo di prodotto. Con il nuovo Sistema Intelligent Density 3D sono disponibili tre opzioni pre-configurate di densità della balla, selezionabili dal menu del computer di controllo.

Infine, il marchio Great Plains, con la seminatrice da sodo 3P1006NT, modello portato concepito per lavorazioni su terreno sodo per semine di qualsiasi seme minuto anche in presenza di molti residui colturali. Le caratteristiche principale sono: le ruote posteriori che permettono l’utilizzo di trattori di bassa potenza e i particolari dischi Great Plains’ 06 Series Openers che permettono una deposizione del seme perfetta.
I falcioni a disco precaricati a 204 kg assicurano un’ottima penetrazione anche in terreni molto tenaci. La macchina può essere allestita con 3 differenti tramogge per 3 differenti tipi di seme, che possono lavorare con 3 ratei diversi uno dall’altro e a profondità differenziate.

Un'ultima citazione per i sistemi imFarming, con in particolare il terminale universale IsoMatch Tellus PRO che è in grado di gestire via Gps funzioni relative alla gestione delle sezioni di ogni singolo attrezzo collegato inclusa l’importazione di mappe di prescrizione.

È l’unico monitor sul mercato, sostiene Kverneland, in grado di gestire due attrezzi contemporaneamente.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome