Due premi per Same a Eima International

La tecnologia Tim Isobus applicata ai trattori per vigneto e frutteto e il bracciolo MaxCom sono stati premiati al concorso Novità Tecniche di Eima 2018

Same conferma la propria posizione di leadership nel segmento dei trattori specializzati per vigneto e frutteto ottenendo due riconoscimenti al concordo Novità Tecniche che premia i prodotti più innovativi proposti dall'industria di settore a servizio di attività agricole in termini di qualità produttiva, di sicurezza e di sostenibilità ambientale. La tecnologia Tim Isobus applicata ai trattori per vigneto e frutteto si è aggiudicata il premio “Novità Tecnica” mentre al bracciolo MaxCom del Frutteto Cvt è stata assegnata una “Segnalazione”.

Con Tim Isobus in Vineyard la Same porta anche nei vigneti la tecnologia Isobus di ultima generazione che consente al consente a trattore e attrezzatura di dialogare tra loro durante la lavorazione, regolando entrambi i parametri di funzionamento per ottimizzare al massimo la qualità e la produttività delle lavorazioni. Tim consente di gestire automaticamente la velocità avanzamento del trattore e il suo regime motore, i distributori idraulici, il sollevatore, la Pto e lo sterzo (autoguida) e affida il controllo dei parametri di funzionamento a una centralina elettronica ad alta capacità di calcolo, mentre l’operatore, che può limitarsi a esercitare una funzione di controllo della lavorazione svolta, può sempre interrompere l’automazione della singola funzione Tim, semplicemente azionando il comando macchina di quella funzione.

 

Il bracciolo multifunzione MaxCom del Frutteto Cvt permette di rendere più semplice, rapido e pratico il controllo delle funzioni della macchina, e soprattutto l’utilizzo di attrezzature a funzionamento idraulico. In abbinamento a un impianto idraulico evoluto - che prevede una portata elevata programmabile, una gestione dei distributori precisa e razionale, un gran numero di vie sia in posizione posteriore che anteriore e che concentra più funzioni in un unico strumento di controllo - permette di aumentare non solo il comfort dell’operatore ma anche la produttività delle lavorazioni svolte sia in termini quantitativi che qualitativi. Il bracciolo multifunzione MaxCom è un concentrato di tecnologia progettato appositamente per adattarsi perfettamente alle cabine delle macchine specialistiche. In soli 20 cm di larghezza permette all’operatore di controllare tutte le funzioni della macchina, dalla trasmissione, alla ripetizione automatica delle manovre a fine campo e all’idraulica, funzione per la quale è previsto anche un comodissimo joystick. Inoltre è semplicissimo e intuitivo da usare.

In ambito Sdf Group da segnalare anche altre due novità svelate in occasione dell'Eima, a partire dalla nuova Serie 6W Profi di Deutz-Fahr composta 4 modelli con motori a 6 cilindri Stage III A  con potenza compresa tra 130 e 180 CV. Interamente progettati in Italia e destinati ai mercati emergenti, queste le caratteristiche principali:

  • 4 modelli con motori a 6 cilindri Stage III A con potenza compresa tra 130 e 180 cv
  • motore Deutz serie TCD 2012 L06, con iniezione Deutz Common Rail (DCR)
  • trasmissione sincronizzata 4 marce per 3 gamme con inversore e super-riduttore
  • innesti elettroidraulici per doppia trazione, bloccaggio differenziali e frizione PTO
  • impianto idraulico con doppia pompa da 131 l/min e 4 distributori posteriori (8 vie)
  • sollevatore posteriore con capacità massima di 8600 kg e PTO 540/1000 (o 540E/1000)
  • disponibilità piattaforma “Open Station” o cabina originale con aria condizionata

Per il marchio Lamborghini, a Eima 2018 è stato presentato lo Strike C 115, il cingolato da campo aperto più potente oggi sul mercato, riferiscono da Treviglio. Sotto al cofano monolitico, il nuovo cuore degli Strike C 115 è il noto motore FARMotion nella versione a 4 cilindri, con iniezione Common Rail fino a 2.000 bar, turbocompressore con intercooler e ventola viscostatica, conforme al livello Stage IIIB. Le curve di erogazione di potenza e coppia sono state specificamente studiate per l’ambito agricolo, con valori di tutto rispetto: il regime massimo di rotazione è di soli 2.200 giri/min e a 2.000 giri/min il propulsore eroga ben 113 cv. Per consentirne un proficuo impiego anche per le operazioni di tiro più gravose, lo Strike C 115 monta di serie una trasmissione Heavy-Duty, basata su un cambio meccanico a 4 marce per 2 gamme, a cui è possibile aggiungere un creeper o in alternativa un Overdrive. L'impianto idraulico si avvale di due circuiti separati, ognuno asservito da una pompa dedicata. Quello principale è relativo al sollevatore e ai distributori ausiliari, ed è alimentato da una pompa da 50 l/min, mentre quello secondario, che sovrintende alle frizioni di sterzo, ai freni, all’innesto/disinnesto della PTO e alla lubrificazione forzata della trasmissione, viene gestito da un’ulteriore pompa da 25 l/min.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome