Manutenzione, se la fai, eviti guai

Primo articolo di una serie dedicata a come mettere mano alle vostre macchine per farle lavorare sempre in condizioni ottimali

Che la manutenzione delle macchine agricole sia importante lo sanno tutti.

Attraverso questa pratica, infatti, si garantisce alla macchina agricola un lavoro in condizioni ottimali durante il periodo operativo previsto.

Eppure non tutti la fanno, soprattutto agricoltori, mentre tra i contoterzisti è una pratica senz’altro più diffusa.

Anche se richiede tempo, si tratta di un’operazione che consente spesso di evitare grattacapi. In fondo non si tratta di operazioni complicate e permette di risparmiare molti soldi di riparazione. Questo vale sicuramente per le macchine di qualche anno, più semplici, se vogliamo, mentre quelle più ad alta tecnologia la situazione si fa più complicata, per cui sarebbe meglio fare un contratto di manutenzione al momento dell’acquisto. È chiaramente un costo aggiuntivo, ma almeno si avranno i tagliandi fatti sempre al momento giusto e nel modo migliore.

Per questi motivi abbiamo deciso di dedicare alla manutenzione una serie di articoli, suddivisi per tipologie di macchine, per concludere con una rassegna dei piani di manutenzione programmata proposti dai costruttori.

Per quanto riguarda il primo articolo, partiamo da quella parte di manutenzione che accomuna tutte le macchine semoventi, definendo alcune pratiche di manutenzione ordinaria realizzabili da qualunque operatore e riconducibili a quattro operazioni

essenziali:

  • controllo dei livelli,
  • sostituzione dei fluidi lubrificanti,
  • pulizia o sostituzione dei filtri,
  • ingrassaggio dei meccanismi

sottoposti a sfregamento.

Leggi l’articolo completo su Il Contoterzista n. 6/2016L’edicola de Il Contoterzista

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome