Kuhn, aggiornamenti per tredici gamme

Il gruppo francese si rinnova in gran parte dei suoi settori di interesse

Dopo il Sima di Parigi, Kuhn fa il pieno di novità per il 2015 presentandosi ad Agritechnica con ulteriori aggiornamenti. Vediamoli per settore.

Fienagione

A completamento della sua gamma di rotopresse a camera fissa Kuhn presenta i nuovi modelli FB 3130, FB 3135 e FBP 3135, anch’essi concepiti per una elevata densità della balla. Il modello FB 3130 è la rotopressa essenziale della linea Kuhn a camera fissa, mentre i modelli FB 3135 e FBP 3135 BalePack rappresentano il punto più alto delle funzioni di comando professionali Isobus in cabina, concepite per lavorare nelle condizioni più impegnative. Le caratteristiche esclusive di queste nuove rotopresse sono l’alimentazione (pick-up da 230 cm con guida a camme curve), la qualità del taglio (tecnologia Integral rotor, con doppi denti in Hardox), la formazione della balla (camera di compressione con 18 rulli), la legatura (a rete, con tecnologia a stiramento attivo), il trasferimento rapido delle balle e la fasciatura ottimale (sistema IntelliWrap). Ad Hannover arriva anche la nuova gamma di rotopresse a camera variabile VB 2200, che garantisce una rotazione ottimale delle balle e la loro alta densità indipendentemente dal tipo di foraggio. I modelli VB 2255-2285 sono progettati per lavorare con la paglia asciutta, il fieno e il relativo insilato; le VB 2260-2290 sono invece le macchine Isobus concepite per soddisfare le attuali esigenze degli agricoltori e dei contoterzisti; infine, i modelli VB 2265-2295 e VBP BalePack sono progettati per lavorare nelle condizioni più pesanti.

Passando alla fasciatura, viene presentata la nuova SW 4014 per balle rettangolari, che offre l’esclusiva funzione AutoLoad per una fasciatura non stop totalmente automatica, con il vantaggio di poter fasciare balle rettangolari grandi e medie (fino a 1.500 kg di peso e lunghe al massimo 2 m) e balle tonde (fino a 140 cm di diametro). Tra le caratteristiche da citare ricordiamo il funzionamento automatico (il già citato AutoLoad), l’elevata stabilità, la versatilità, la movimentazione delle balle, la fasciatura, la compatibilità Isobus e il risparmio di carburante. La seconda novità in tema di fasciatura è la combinata rotopressa-fasciatore compatta a camera fissa i-Bio+, rinnovata per un intelligente lavoro di formazione e fasciatura delle balle in un solo passaggio. Questa combinata compatta e manovrabile offre una rivoluzionaria innovazione con il sistema brevettato di fasciatura con pellicola a 2 bobine che, nella camera di compressione, applica la pellicola sulla superficie cilindrica della balla. Tra i vantaggi segnalati da Kuhn la pellicola estensibile standard (per cui non serve una pellicola di larghezza speciale), lo stiramento più elevato (fino a un 30% di risparmio), il passaggio rapido dalla legatura con pellicola a quella con rete, la durata del processo ottimizzata e la sostituzione delle bobine facilitata.

Passando allo sfalcio, dopo aver rinnovato le falciatrici GMD portate posteriori, Kuhn presenta le nuove versioni GMD di falciatrici frontali. Le nuove GMD 280 F e 310 F, proposte rispettivamente nelle larghezze di lavoro di 2,80 e 3,10 m, consentono di raccogliere un foraggio pulito e ricco di qualità nutritive grazie in particolare alle loro sospensioni, preservando il tappeto vegetale per favorire la ricrescita. Al fine di assicurare un convogliamento ottimale del foraggio tra le ruote del trattore, sono dotate di 4 coni rotanti che portano al centro il prodotto falciato, evitando così di sporcarlo in caso di lavoro in condizioni umide.

In aggiunta, a completamento dei modelli esistenti, proposti nelle larghezze di lavoro di 2,80 e 3,10 m, Kuhn amplia la sua offerta con i modelli GMD 3125 (3,10 m) e GMD 3525 (3,50 m). Sono concepite per l’impiego da sole o in combinazione con le falciatrici posteriori portate fino a 4,40 m, oppure con le falciatrici triple, raggiungendo così una larghezza di lavoro di quasi 10 m. Sono munite di 2 coni rotanti di convogliamento, destinati a portare al centro il flusso del foraggio che viene deposto in un’andana di lunghezza variabile (fino a 1,30 m) per adattarsi alla distanza tra le ruote posteriori del trattore. Sono inoltre munite della barra di taglio senza manutenzione OptiDisc.

Chiudiamo con i giroandanatori dove, dopo l’introduzione sul mercato di 4 nuovi modelli a doppio rotore nell’autunno 2013, arriva il modello GA 13131 a 4 rotori che va a completare l’offerta dei modelli a posa centrale. Con una larghezza di lavoro variabile tra 8,40 e 12,5 m il modello GA 13131 è oggi il secondo più grande della gamma dei giroandanatori Kuhn dopo il GA 15131.

L’articolo completo, comprendente anche le novità relative ai settori IRRORAZIONE e SEMINA, lo potete trovare su Il Contoterzista n. 11/2015 L'Edicola de Il Contoterzista

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome