REPORTAGE

Kramp accelera sul Web

Le ultime implementazioni del gruppo olandese riguardano l’ecommerce. Il nostro resoconto da Strullendorf

Per un'azienda che si dichiara tra i pionieri nella vendita al dettaglio on line di pezzi di ricambio il fatto di presentare le ultime implementazioni proprio in questo settore, più che una novità rappresenta una conferma di aver fatto fin dall'inizio la scelta giusta.


Nel 2001, infatti, Kramp, azienda basata a Varsseveld in Olanda, è diventata la prima azienda grossista di materiale tecnico ad aprire un Webshop, proprio per garantire facilità dell'ordine ai propri clienti. E questa priorità è stata confermata dal recente lancio del rinnovato Webshop, con cui Kramp intende garantire velocità ed estrema semplicità dell'ordine unitamente alla fornitura dei prodotti di qualità desiderati. Ricordiamo brevemente che il rinnovato Webshop comprende numerose funzioni che facilitano la procedura dell'ordine, tra le quali il fatto di adattarsi automaticamente al dispositivo e alla risoluzione dello schermo che lo sta visualizzando (computer, cellulare e tablet), la possibilità di trovare gli articoli in base ai criteri ritenuti rilevanti per la ricerca da effettuare e il pratico pulsante pop-up per visualizzare le informazioni relative al prodotto in qualsiasi momento.


In occasione di Agritechnica, inoltre, sono state esposte alcune soluzioni su cui Kramp sta lavorando, sempre nella logica di rendere più veloce la procedura d'ordine. Una di queste è stata il ricorso alla telecamera di un iPad che riconosce direttamente il pezzo che ci si trova di fronte. Allo stesso modo è stato presentato un sistema che consente ad esempio di creare una manopola del cambio su misura del cliente utilizzando un replicatore Makerbot. E ancora, la possibilità per il concessionario di pubblicizzare le proprie promozioni non solo con il tradizionale sistema cartaceo, ma anche con un poster “virtuale” e touch screen da esporre in negozio, che consente una maggiore rapidità sia nell'aggiornamento delle promozioni sia nella ricerca di informazioni sui prodotti. Si tratta di soluzioni in via di sviluppo che dovrebbero essere disponibili entro alcuni mesi.

Un megamagazzino


Dietro a tutta questa realtà “virtuale” c'è ovviamente una realtà fatta di strutture e persone concrete che abbiamo potuto toccare con mano. Dopo il magazzino principale che ha sede in Olanda, infatti, il secondo magazzino più grande della Kramp si trova in Germania a Strullendorf: 80mila mq di superficie complessivi (con possibilità di espandersi di altri 50mila mq), di cui 30mila dedicati allo stoccaggio per un totale di 150mila articoli agricoli stoccati. Ma perché parliamo proprio di Strullendorf? Perché da qui partono le consegne per i clienti italiani, oltre a quelli di Germania, Austria, Svizzera, Repubblica Ceca, Slovacchia e altri 12 paesi europei.


L'area di gestione dei colli in entrata e in uscita assomiglia molto a un formicaio iperlaborioso: 154 dipendenti in tutto che si alternano in due turni di lavoro, il primo dalle 5 del mattino fino alle 13 per le merci in entrata e il secondo dalle 13 di pomeriggio per le merci in uscita fino all'evasione di tutti gli ordini della giornata. In questo modo chi effettua l'ordine entro le 16:00 riceve la merce il giorno dopo al Nord Italia, mentre al Centro e Sud Italia (escluse isole e Calabria) riceve la merce il giorno dopo chi effettua l'ordine entro le 14:00 (in Sicilia/Calabria/Sardegna 1 giorno in più per ordini piazzati entro le ore 16).


Ogni anno vengono elaborati in entrata circa 150mila articoli da 1.000 fornitori, per una media di circa 4mila articoli movimentati in entrata giornalmente. In uscita vengono effettuati in media circa 20mila prelievi al giorno (con picchi di 35mila in alta stagione) e ogni giorno vengono spediti qualcosa come 12mila pacchi.


Impressionanti anche i numeri in termini di superficie: nella zona pallet (5.400 m2 di superficie) le altezze di stoccaggio raggiungono i 15 metri, con circa 20mila posti disponibili, nei quali si immagazzina e si preleva tramite dei muletti con rotaia guidata. Citiamo anche la zona minuterie, 3 piani per un'altezza massima di 3 metri ciascuno, circa 140mila posti di stoccaggio, per complessivi 4mila m2 di area. Le merci, inoltre, viaggiano su nastri trasportatori (per una lunghezza totale di circa 1.800 metri) all'interno delle cosiddette red boxes, scatole rosse di plastica, il cui contenuto viene controllato con codice a barra in meno di 3 secondi (per un massimo di 1.200 scatole ogni ora) e che sono state introdotte con lo scopo di evitare l'utilizzo dei cartoni (facilmente danneggiabili) e di riutilizzarle una volta che la merce è stata recapitata al cliente. È infatti in corso di valutazione in Italia proprio la recettività dei clienti nel restituire questo tipo di contenitore. A Strullendorf, infine, sono dotati anche di officine, una meccanica e una oleodinamica, che lavorano sia su richieste di clienti sia su eventuali pezzi difettosi.

Un nuovo concetto di negozio


Chiudiamo riprendendo il discorso iniziale del webshop per citare uno degli accordi che Kramp ha con due costruttori di macchine agricole (Agco e Sdf). In particolare, Kramp è partner nella commercializzazione di parti di ricambio e accessori di Agco e nella progettazione, allestimento e realizzazione dei cosiddetti Agcoshop. Non a caso, infatti, in occasione della nostra visita a Strullendorf erano presenti alcuni concessionari Agco che hanno potuto apprendere le ultime novità in fatto di ricambistica Agco e in fatto di gestione on line dei ricambi dei 5 marchi appartenenti alla corporation americana. Il numero di articoli a catalogo sul webshop Agco italiano sfiora attualmente le 200mila unità, a testimonianza della crescente attenzione dei dealer verso questo business. In altre parole, Kramp sta lavorando a un concetto di “negozio” quale modalità per promuovere la vendita dei ricambi in modo diverso da quello usuale. Non più attraverso la vendita “dietro il bancone”, ma tramite un'esposizione studiata e valorizzante dei ricambi.


Allegati

Scarica il file: Kramp accelera sul Web
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome