Mercato mietitrebbie, si torna a calare

mercato mietitrebbie
Dopo tre anni in sostanziale stallo, nel 2018 le immatricolazioni sono scese a quota 326 macchine, in diminuzione del 6,9%

Dopo tre anni di stabilità, nel 2018 il cambio c’è stato, ma purtroppo in negativo. Il mercato italiano delle mietitrebbie, infatti, ha chiuso con 326 immatricolazioni, in calo del 6,9% rispetto alle 350 del 2017.

mercato mietitrebbie
Numeri praticamente identici se si guardano le vendite al cliente finale: circa 330 macchine stimate, ma in questo caso il divario rispetto alla stagione precedente, quando furono circa 360, è più marcato. L’unico segmento a brindare al successo è quello delle autolivellanti, salite dal 27% al 33%, a scapito quasi esclusivamente delle non convenzionali (scese dal 32% al 26%), mentre le convenzionali a scuotipaglia rimangono stabili al 41%. Qualcosa è cambiato, infine, anche dal punto di vista delle quote mercato, con Claas che rimane al vertice della classifica con il 36% di quota, in leggero calo sul 2017, seguita da New Holland al 32% (in forte aumento), Laverda intorno al 12% (in forte calo), John Deere all’11% (in decisa ripresa), Fendt al 5% (in calo), Case IH al 5% circa (stabile) e Deutz-Fahr all’1% (stabile).
Nel complesso la stagione 2017/18 ha premiato le autolivellanti e regioni come Marche e Sicilia, magari usufruendo di qualche Psr; i modelli più richiesti sono stati quelli delle potenze più basse, ma le quotazioni dei cereali non esaltanti non hanno certo spinto contoterzisti e agricoltori a investire, penalizzando quindi le vendite. Anche il mercato del riso non ha brillato come in passato, per cui molti operatori sono rimasti alla finestra. Finestra che però anche nel 2019 non sembra avere molte speranze di aprirsi: lo si è visto già nei primi mesi della stagione da poco cominciata, c’è ancora molto usato nei piazzali dei concessionari da smaltire e le difficoltà nel realizzare margini con i cereali (frumento in particolare) sono ancora presenti. Forse il mercato del riso potrebbe riprendersi come quotazioni e sostenere un po’ il business delle mietitrebbie, ma al momento la stima è di un ulteriore calo anche nel 2019, sia come immatricolato sia come vendite.

mercato mietitrebbie
Passando ai principali mercati europei, qui la situazione sembra migliore: Germania, Francia e Regno Unito, infatti, hanno messo a referto segni positivi (rispettivamente +4,6%, +11% e +8,5%), mentre Spagna e Austria sono risultate in calo, rispettivamente del 7,9% e del 13,3%. Male anche la Russia, con 5.346 mietitrebbie registrate nel 2018 (dato riferito a novembre), per un -19,5% sul pari data 2017. Oltreoceano, infine, ancora un anno positivo per il Nord America, con un +18,2% sul 2017 (4.849 macchine vendute), mentre il Canada non ripete l’ottimo 2017 e perde il 4% con “sole” 2.114 macchine vendute.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome