Anticipo dei pagamenti Pac, cosa bisogna sapere

pagamenti Pac
Agea ha comunicato i criteri per ottenere il 70% dei pagamenti diretti dal 16 ottobre 2018

Il 1° ottobre 2018 la Commissione europea ha autorizzato gli Stati membri al versamento dell’anticipo dei pagamenti della Pac (art. 1 della decisione di esecuzione della Commissione europea n. 6293 del 1° ottobre 2018).
L’anticipo può essere versato, a decorrere dal 16 ottobre 2018, fino al 70% dei pagamenti diretti per quanto riguarda le domande presentate nel 2018.
Con la Circolare n. 80665 del 16 ottobre 2018, Agea ha emanato le indicazioni per l’anticipo del 70% per i pagamenti diretti di cui al Reg. 1307/2013.
Agea e gli Organismi pagatori possono pertanto pagare un anticipo del 70% dei pagamenti, a partire dal 16 ottobre 2018.
I pagamenti che possono essere oggetto di anticipo sono quattro:
- pagamento di base;
- pagamento greening;
- pagamento giovani agricoltori;
- pagamento del regime dei piccoli agricoltori.
Dal pagamento anticipato restano esclusi i pagamenti per il sostegno accoppiato, in quanto – allo stato attuale – non sono disponibili i dati nazionali per il conteggio degli importi.
Sono inoltre esclusi dal pagamento anticipato tutti i beneficiari per i quali sono rilevate anomalie che non consentono il pagamento del regime degli aiuti diretti.

pagamenti Pac
Chi non riceverà l’anticipo
I pagamenti dell’anticipo potranno essere effettuati da Agea e dagli Organismi Pagatori una volta ultimati i controlli amministrativi, senza dover attendere i controlli in loco.
Il pagamento greening e il pagamento giovani agricoltori possono essere versati a condizione che gli Organismi pagatori abbiano effettuato tutti gli specifici controlli amministrativi previsti.
Alla luce di queste decisioni, gli agricoltori potranno ragionevolmente ricevere l’anticipo nella prima settimana di novembre 2018.
Anche gli agricoltori che hanno presentato la domanda di accesso alla riserva nazionale 2018 non riceveranno l’anticipo, in quanto il completamento delle domande è avvenuto in ritardo e l’istruttoria richiede alcuni mesi di tempo. La Circolare n. 80665 del 16 ottobre 2018 prevede che le istruttorie delle domande della riserva nazionale devono obbligatoriamente concludersi entro il 28 febbraio 2019.

Gli importi
Gli importi dell’anticipo saranno pari al 70% dei pagamenti spettanti all’agricoltore, con le seguenti modalità di calcolo.
Per quanto concerne il regime di pagamento di base (titoli), Agea terrà conto del valore dei titoli, riportati nel Registro Titoli dell’agricoltore, esclusi quelli oggetto di trasferimento in attesa di validazione.
Per quanto riguarda il pagamento ecologico (greening), si applica il valore fissato in 0,5079 (50,79%) dalla circolare Agea n. 48086 del 5 giugno 2018. In altre parole, il pagamento greening è pari al 50,79% del pagamento di base.
Per quanto concerne il regime dei piccoli agricoltori, l’importo è pari a quello fissato nella campagna 2015, con l’adattamento proporzionale per tenere conto delle modifiche del massimale nazionale.
Il pagamento dell’anticipo deve essere utilizzato per compensare i crediti verso il beneficiario, secondo le ordinarie procedure di compensazione. Quindi, gli agricoltori che hanno debiti con Agea o con altre Amministrazioni (es. Inps) non riceveranno l’anticipo, ma tali importi saranno utilizzati da Agea per pagare i debiti del beneficiario.
Per ricevere l’anticipo, il beneficiario deve soddisfare il requisito di “agricoltore attivo”, che costituisce un requisito di ammissibilità della domanda unica e del pagamento. Conseguentemente, le relative istruttorie devono obbligatoriamente essere eseguite, secondo le modalità e le procedure previste dalla circolare Agea. n. 49236 dell’8 giugno 2018, in tempo utile per consentire agli Organismi pagatori di eseguire i pagamenti.

La tempistica
Gli Organismi Pagatori possono pagare dal 16 ottobre 2018 al 30 novembre 2018. Dal 1° dicembre 2018, Agea e gli Organismi pagatori non possono pagare l’anticipo, ma possono erogare il saldo dei pagamenti (o l’intero pagamento per gli agricoltori non hanno ricevuto l’anticipo) che dovrà avvenire entro il 30 giugno 2019.

PERFEZIONAMENTO TRASFERIMENTO TITOLI 2018

La Circolare n. 77912 del 5 ottobre 2018 comunica che il termine per il completamento dei trasferimenti titoli 2018, caricati a sistema e non ancora conclusi, è fissato al 28 febbraio 2019. Resta fermo il termine del 28 settembre 2018 per l’estinzione dell’eventuale debito che impedisce il rilascio e non consente la validazione della domanda di trasferimento titoli.
Entro il suddetto termine del 28 febbraio 2019, dovranno essere obbligatoriamente concluse e caricate a sistema le istruttorie relative al riconoscimento del requisito di agricoltore attivo in capo ai cessionari dei trasferimenti 2018, nei casi previsti, nonché dovranno essere caricati a sistema i consensi al trasferimento, laddove previsti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome