Finanziamento Inail per l’acquisto di macchine agricole

Definite dall’Istituto le procedure per l’erogazione dei contributi per l’acquisto di mezzi sicuri ed eco-compatibili. Fissata al 10 novembre l’apertura dei bandi

Gli incentivi per l’acquisto di macchinari agricoli -  stanziati dal ministero delle Politiche Agricole e affidati all’Inail per quanto riguarda i criteri e le procedure di erogazione - sono finalmente operativi. Il 28 luglio è stato infatti pubblicato sul sito dell’Istituto nazionale assicurazione incidenti sul lavoro il bando “Isi agricoltura 2016”, che mette a disposizione complessivamente 45 milioni di euro a fondo perduto (40 milioni per le imprese agricole e 5 milioni per i giovani agricoltori) per contribuire all’acquisto di macchine e attrezzature di nuova generazione.

Importo pari al 40% del valore

Il finanziamento - che si rivolge alle microimprese e alle piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola per realizzare il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nello svolgimento delle attività colturali - prevede l’erogazione di un importo pari al 40% del valore del mezzo acquistato (50% per le imprese gestite da giovani agricoltori) fino a un massimo di 60 mila euro.

Il fondo finanzia l’acquisto, o il noleggio con patto di acquisto, di massimo due macchinari, combinati secondo le seguenti opzioni: a) un trattore agricolo o forestale più una macchina agricola o forestale dotata o meno di motore proprio; b) una macchina agricola o forestale dotata di motore proprio, più una macchina agricola o forestale non dotata di motore proprio; c) due macchine agricole o forestali non dotate di motore proprio. Per partecipare al bando - è specificato nella nota diffusa dall’Inail - occorre dimostrare, tramite perizia giurata, l’utilità delle macchine che si intende acquistare in termini di efficienza, eco-compatibilità e sicurezza.

La procedura di assegnazione dei fondi si articolerà in due momenti: quello di “pre-registrazione” (che inizia il 10 novembre e si conclude il 20 gennaio 2017) e quello successivo di effettiva richiesta (“click day”) a partire dal mese di marzo.

All’Eima uno sportello tecnico dedicato

«Il fatto che l’operatività del provvedimento slitti a novembre è un motivo di preoccupazione per i costruttori di macchine agricole – osserva il presidente di FederUnacoma Massimo Goldoni – perché avrà l’effetto di congelare per altri mesi un mercato che è in grave affanno e che avrebbe dunque bisogno di interventi rapidi. Tuttavia, è importante che il provvedimento sia finalmente in pista, e come Federazione faremo di tutto per favorire un massiccio e proficuo utilizzo dei fondi stanziati». L’apertura dei bandi coincide peraltro con l’avvio della 42ma edizione di Eima International (Bologna 9-13 novembre) e questa concomitanza verrà valorizzata con l’istituzione, all’interno del quartiere fieristico, di uno Sportello Tecnico dedicato ad agricoltori e operatori professionali del settore che abbiano interesse a conoscere, in modo pratico e puntuale, le procedure per la presentazione delle domande e quindi per l’accesso al finanziamento.

Informazioni complete sulla procedura di assegnazione e la modulistica sono disponibili sul sito web Inail.

Leggi l’articolo completo su Il Contoterzista n. 9/2016 - L’edicola de Il Contoterzista

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome